Sospensione della ricezione delle domande per l’erogazione dei buoni spesa

A partire dal 21 aprile 2020,  in attesa della possibile pubblicazione di una nuova Ordinanza, è sospesa la ricezione delle domande per l’erogazione dei buoni spesa emergenza Covid-19 relativi all’ordinanza 658 del 29 marzo 2020.

14 aprile – Buoni spesa: distribuzione agli aventi diritto ed elenco negozi convenzionati

I buoni spesa verranno recapitati a partire da mercoledì 15 aprile direttamente al domicilio degli aventi diritto, da parte dei volontari, e avranno in allegato l’elenco dei punti vendita convenzionati. Si tratta di ticket da 10 e 25 euro cadauno forniti dalla società Edenred Italia S.r.l.

Ecco gli esercizi commerciali convenzionati dove spendere i buoni spesa:

  • Famila
  • Il Gigante
  • “La bella alimentare” di Coarezza (in corso di accreditamento)
  • Saporiti e Bellomi negozio alimentari di Maddalena (in corso di accreditamento)
  • Panificio “La spiga d’oro” di Case Nuove (in corso di accreditamento)
  • Panificio Novello (in corso di accreditamento)
  • Pizzeria Oasi (in corso di accreditamento)
  • Alimentari Tatar (in corso di accreditamento)

Non ho ancora ricevuto i buoni spesa. Perché?
Sono state numerosissime le domande presentate all’ufficio Servizi sociali e tanti cittadini hanno compilato il modulo in forma incompleta o non chiara. Il personale dell’ufficio è impegnato a richiamare al telefono decine di persone per completare la valutazione. Non tutti avranno diritto ai buoni spesa. E tra chi ne avrà diritto la tempistica di consegna non potrà essere la stessa per via dei controlli e delle valutazioni man mano effettuate.

Come possono aderire i commercianti?
I commercianti di generi alimentari che desiderano entrare nel circuito dei buoni spesa che il Comune di Somma Lombardo assegnerà alle persone in difficoltà economica a causa del Coronavirus devono inviare, un’email a servizisociali@comune.sommalombardo.va.it con oggetto la dicitura “CONVENZIONAMENTO BUONI SPESA EDENRED COMUNE DI SOMMA LOMBARDO”. I tempi di validazione del convenzionamento sono tra le 24 e le 48 ore.

3 aprile – Avviso buoni spesa emergenza Covid-19 (Ordinanza n. 658 del 29/03/2020)

Con propria deliberazione n. 37 del 3 aprile 2020 la Giunta comunale ha definito gli indirizzi per l’erogazione ai cittadini di Somma Lombardo dei buoni spesa introdotti con l’Ordinanza n. 658/2020.

La misura è finalizzata al sostegno di persone che a causa dell’emergenza si trovino nella momentanea indisponibilità finanziaria per far fronte all’acquisto di generi di prima necessità.

DESCRIZIONE
Buono per l’acquisto di alimentari e generi di prima necessità presso gli esercizi indicati nell’elenco pubblicato sul sito del Comune.
L’avente diritto riceverà dei buoni da presentare presso l’esercizio commerciale per comprare prodotti.

A CHI SPETTA
Cittadini residenti e/o domiciliati a Somma Lombardo che si trovano in difficoltà economica causata dalle misure legate all’emergenza Coronavirus.

Per ogni nucleo familiare la domanda può essere presentata da un solo componente.

L’erogazione verrà fatta a sportello, fino ad esaurimento fondi, previa acquisizione dell’autocertificazione ed eventuale intervista telefonica e prioritariamente a chi ha avuto una riduzione della capacità lavorativa dovuta all’emergenza sanitaria in atto.

In caso di utenti percettori di altri contributi pubblici (ad es. reddito di cittadinanza, cassa integrazione, NASPI o altro) gli stessi potranno eventualmente beneficiare della misura, ma senza priorità, sulla base di attestazione da parte dell’Ufficio dei Servizi Sociali dello stato di necessità.

Tutte le domande verranno esaminate.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
Inviando mail all’indirizzo mail servizisociali@comune.sommalombardo.va.it compilata sull’apposita modulistica, contenente l’autocertificazione dei requisiti.

Viene garantito supporto telefonico al perfezionamento della domanda per le persone che fossero in difficoltà.

MISURA DEL BENEFICIO
Il buono spesa, erogato UNA TANTUM, è commisurato al numero di componenti del nucleo familiare e determinato nella misura di € 100,00 per ogni componente fino a un massimo di € 500,00 a famiglia, prevedendo eventuali ulteriori € 100,00 per situazioni particolari di fragilità.

ISTRUTTORIA E CONTROLLI
Potranno essere disposti approfondimenti attraverso colloqui ed interviste; l’Ente si riserva di effettuare i controlli sulla veridicità di quanto dichiarato.

Allegati