Elezioni Amministrative 2020

20 aprile – Pubblicato il decreto legge che rinvia le elezioni 2020

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto legge 20 aprile 2020, n.26, che introduce disposizioni urgenti in materia di consultazioni elettorali per l’anno 2020, in considerazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
 
Il provvedimento, in vigore da oggi, è stato approvato ieri dal Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglo Giuseppe Conte e del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese

La normativa rimodula nel seguente modo i termini per le tornate elettorali.

Per quanto riguarda le elezioni suppletive per il Senato e la Camera, il termine per lo svolgimento delle elezioni per i seggi dichiarati vacanti entro il 31 luglio prossimo è fissato in 240 giorni, rispetto ai 90 previsti dalla normativa vigente.

In merito alle elezioni per il rinnovo dei consigli comunali e circoscrizionali, limitatamente all’anno 2020, il turno annuale ordinario si terrà in una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre. Lo stesso termine è previsto anche per i comuni e le circoscrizioni i cui organi devono essere rinnovati per motivi diversi dalla scadenza del mandato, se le condizioni che rendono necessarie le elezioni si sono verificate entro il 27 luglio 2020.

Il decreto stabilisce, inoltre, che gli organi elettivi regionali a statuto ordinario il cui rinnovo è previsto entro il 2 agosto 2020 durino in carica 5 anni e 3 mesi e che le elezioni si svolgano nei 60 giorni successivi a tale termine o nella domenica compresa nei sei giorni ulteriori.

Il provvedimento prevede, infine, che le consultazioni elettorali possano essere rinviate di non oltre 3 mesi, anche se già indette, in considerazione di sopravvenute specifiche situazioni epidemiologiche da Covid-19.

***

In attesa della convocazione dei comizi elettorali, si rende noto che l’art. 1, comma 14, della L. 9 gennaio 2019, n. 3, ha stabilito l’obbligo per i partiti, movimenti politici, liste o candidati collegati che si presentino alle competizioni elettorali di qualunque genere di pubblicare sul proprio sito internet, per ciascun candidato, il curriculum vitae e il relativo certificato penale rilasciato dal casellario giudiziale.

L’obbligo deve essere adempiuto entro il 14° giorno antecedente la data dell’elezione.

Il certificato penale deve essere rilasciato dal casellario giudiziale non prima di 90 giorni dalla data fissata per la consultazione elettorale.

L’omessa pubblicazione dei documenti in questione sui siti internet dei partiti/movimenti/liste determina nei confronti degli inadempienti, l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 12.000 a euro 120.000 (art. 1, comma 23, della L. 9/01/2019 n. 3).

Testo del decreto-legge 20 aprile 2020, n.26, coordinato con la legge di conversione 19 giugno 2020, n.59 recante “Disposizioni urgenti in materia di consultazioni elettorali per l’anno 2020”