Modalità rateizzazione contributo di costruzione

A seguito di Deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 30/03/2015 (a modifica di quanto approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 25.11.2013) sono state stabilite le seguenti modalità di rateizzazione del contributo di costruzione per le pratiche edilizie presentate a partire dal 1° Aprile 2015 :

ONERI DI URBANIZZAZIONE
Versamento del 20% di quanto dovuto entro 1 anno dalla data di notifica dell’ avviso di rilascio del PDC e comunque prima del ritiro del titolo abilitativo, ovvero, se trattasi di DIA/SCIA, all’intervenuta efficacia del titolo edilizio (intendendosi per la DIA entro 30 giorni dall’avvenuto deposito ex art. 41 comma 1 L.R. 12/05 e s.m.i. e per la SCIA la data di presentazione della stessa presso l’ufficio Protocollo comunale) previa presentazione di richiesta di rateizzazione prima del ritiro del Permesso di Costruire, ovvero, se trattasi di DIA/SCIA contestualmente alla presentazione dell’istanza, corredata da idonea polizza fidejussoria bancaria o assicurativa;

 

Rateizzazione della rimanenza in due rate con le seguenti scadenze:
- 40% entro 18 mesi dalla data di rilascio, nel caso di PdC, o, nel caso di DIA/SCIA, entro 18 mesi dall’intervenuta efficacia del titolo edilizio come sopra esplicato;
- 40% alla richiesta di agibilità e comunque entro tre anni dalla data di rilascio del PdC ovvero, nel caso di DIA/SCIA, entro tre anni dall’intervenuta efficacia del titolo edilizio come sopra esplicato.

 

COSTO DI COSTRUZIONE
Rateizzazione dell’importo in tre rate, con le seguenti scadenze:
- 20% di quanto dovuto entro 1 anno dalla data di notifica dell’ avviso di rilascio del PdC, e comunque prima del ritiro del titolo abilitativo, ovvero, se trattasi di DIA/SCIA, all’intervenuta efficacia del titolo edilizio (intendendosi per la DIA entro 30 giorni dall’avvenuto deposito ex art. 41 comma 1 L.R. 12/05 e s.m.i. e per la SCIA la data di presentazione della stessa presso l’ufficio Protocollo comunale),
- 40% a 18 mesi dalla data di rilascio, nel caso di PdC, ovvero, nel caso di DIA/SCIA, entro 18 mesi dall’intervenuta  efficacia  del  titolo edilizio (intendendosi  per la DIA entro 30 giorni dall’avvenuto deposito ex art. 41 comma 1 L.R. 12/05 e  s.m.i. e per la SCIA  la data di presentazione della stessa presso l’ufficio Protocollo comunale),
- 40% alla richiesta di agibilità e comunque entro tre anni dalla data di rilascio del PdC ovvero, nel caso di DIA/SCIA, entro tre anni dall’intervenuta efficacia del titolo edilizio come sopra esplicato.

Si precisa che, relativamente al permesso di costruire, per data di rilascio si intende la data in cui il provvedimento stesso è stato notificato all’interessato.

 

Quanto sopra previa presentazione di richiesta di rateizzazione, prima del ritiro del PDC ovvero, se trattasi di DIA/SCIA, contestualmente alla presentazione dell’ istanza, corredata da idonea polizza fidejussoria bancaria o assicurativa, a condizione che queste ultime riportino la dicitura: “…escutibili a prima richiesta e senza eccezione alcuna sia in relazione alla preventiva escussione del debitore principale sia in ordine a qualunque tipo di contestazione in ordine al rapporto principale, dovendo, in ogni caso, la garanzia prestata, essere rilasciata da primaria compagnia assicuratrice”, a garanzia dell’importo delle rate mancanti maggiorato del 10%.
In mancanza della richiesta o del versamento o della fideiussione nei termini suddetti, trovano applicazione le sanzioni dei cui all’art. 42 del DPR 380/01 e s.m.i.
Le sanzioni di cui all’art. 42 del DPR 380/01 e s.m.i. sopra citate trovano inoltre applicazione nel caso di ritardato pagamento di ognuna delle rate stabilite.